Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

Occupy Gezi Park. Tutto comincia da un albero.

Immagine
La foto qui sopra (Istanbul, 31 maggio 2013, Scott Peterson/Getty Images) raffigura alcuni attivisti posare un vaso con un albero in mezzo ad una delle strade che sono state teatro degli scontri degli ultimi giorni tra manifestanti e polizia. Il movimento di protesta che sta montando in Turchia ha molte anime e possiede una genesi che eccede rivendicazioni di ordine ambientalista: il paese attendeva evidentemente un innesco per un dissenso che già vibrava. Ma è un caso che tale innesco sia stato un'azione di difesa di un parco urbano? Vediamo brevemente cosa è successo il primo giorno. Lunedì 29 maggio tra le 50 e le 100 persone organizzano una protesta pacifica in difesa di Gezi Park, un piccolo parco urbano, tra le poche aree verdi rimaste ad Istanbul. Il parco è attualmente la casa di più di 600 Aceri montani (Acer pseudoplatanus), anche detti sicomori. Secondo i piani dei costruttori e del governo Erdogan, al posto del parco dovrebbe essere innalzata una serie di edifici ad uso…

Le piante ribelli, un mese dopo

Immagine
A quasi un mese da The Rebel Plants Invasion, il raduno nazionale del Guerrilla Gardening italiano che si è tenuto qui a Bologna, ecco un resoconto sulla situazione attuale delle aree che abbiamo attaccato tutt* insieme. Diciamo subito che la situazione è entusiasmante! Le generose piogge che hanno caratterizzato questo maggio (apprezzate credo solo da noi guerrilla gardeners e da forme di vita anfibie) hanno reso magnificamente rigogliose tutte le aiuole che abbiamo popolato. Ma andiamo con ordine. Ortazzarita, da dove abbiamo cominciato il nostro tour il 4 maggio, è uno spettacolo che provoca mascelle penzolanti nei passanti: effettivamente per noi è ormai naturale pensare che sia possibile, ma per tutti gli altri incontrare un orto in pieno centro costituisce un'esperienza stupefacente.  Allora abbiamo (e speriamo di non dimenticare nulla): piante di melanzane già scresciutelle, pomodori che abbiamo appena fissato ai sostegni, sedano, basilico, borragine in abbondanza, piante di …